LA STAMPA del 08/01/2011 – FEDERALISMO, L’80% DEI TRIBUTI VA ALLO STATO

08/01/2011 : In Italia il grado di decentramento tributario è limitato e ancora lontano da Paesi federali come Germania e Spagna. Lo dimostrano i dati che confermano la necessità di accelerare sulla riforma e correggere il sistema attuale, fonte di soli sprechi. Nei Paesi federali le entrate tributarie si dividono quasi equamente tra Stato centrale ed Amministrazioni periferiche; diversamente, nei Paesi unitari (o “quasi federali” come l’Italia) lo Stato fa la parte del leone, in quanto sono di sua competenza circa l’80% delle tasse versate annualmente dai cittadini. È questo il principale risultato dell’analisi sul grado di decentramento fiscale nei principali Paesi europei; nello specifico, due federali (Germania e Spagna) e due non federali (Francia e Italia). Gli ultimi dati pubblicati dall’Eurostat, relativi all’anno 2009, fotografano una situazione molto chiara, anche se ciascun Paese rappresenta un caso a sé stante con peculiarità che non sempre sono riconducibili a mere analisi economiche e finanziarie.

Nostra uscita su La Stampa, Il Gazzettino, La Nuova di Venezia, La Padania e Liberazione – 8 Gennaio 2011

Scarica le tabelle

Partner

  • Partner tecnologico per la gestione di Business Intelligence, gestione globale degli Assets e GIS Analysis
  • Per una revisione delle misure del Benessere
  • Universita di Bologna
  • Master in City Management
  • Gruppo di studio su riforme istituzionali e fiscalità
  • Rivista di cultura ed economia sull'artigianato e piccola impresa
  • Il portale delle famiglie italiane
  • Studi e richerche sull'economia dell'immigrazione
  • Laboratorio veneto di Economia, sviluppo e lavoro
  • Università Cà Foscari Venezia
  • Ruolo Economico delle Donne