SOLE 24ORE del 20/03/2012 – IL VERO “SPREAD” ITALIANO

Intervento del Centro Studi Sintesi – Uno “spread” che c’è e che denota tutta la forbice con un resto d’Europa che, già di per sé, non se la passa benissimo. Questo è quanto suggerisce l’elaborazione dei dati Eurostat: su 25 indicatori che misurano lo stato di salute di finanza pubblica, credito, mercato del lavoro, energia, solo cinque mostrano un differenziale positivo rispetto alla media dei 17 Paesi dell’area Euro. E di questi ci sono almeno due valori (i tassi di disoccupazione totale e femminile) che vanno anche presi cum grano salis visto il costante incremento degli scoraggiati. Per non parlare poi del rapporto fra deficit e Pil sulla cui media Ue – peggiore del dato italiano – pesa ovviamente la débâcle della Grecia. Dall’altra parte il vero punto a favore si chiama export, salito dell’11,4% nel 2011 e cresciuto a gennaio del 4,3% su base annua (seppur a fronte di un -2,5% rispetto al mese precedente). Anche il dato negativo del saldo commerciale non deve ingannare, visto il forte apporto di celle fotovoltaiche dalla Cina che hanno soatanzialemnte drogato il dato delle importazioni.

Se si volesse però guardare l’immagine con un solo scatto, basterebbe guardare all’indicatore del clima economico, Esi. L’indice, che a gennaio 2012 misurava 85,3 per l’Italia, è già distante dal 94,4 della media Ue-17 e guarda da troppo lontano il dato della Germania (106,7). Nessuna indicazione positiva viene poi dal trend, con una distanza in basic points dalla media salita a 9,1 da 5,4 dell’anno precedente.

A ogni modo, i fattori che pesano su tutto come una zavorra sono in estrema sintesi due: L’enorme debito pubblico e il prezzo dell’energia notevolmente più alto per le imprese italiane. Palle al piede da tempo denunciate, ma cui il sistema Paese non riesce a porre rimedio.

Scarica le tabelle

Nostra uscita su Il Sole 24Ore – Lunedi 19 Marzo 2012

Partner

  • Partner tecnologico per la gestione di Business Intelligence, gestione globale degli Assets e GIS Analysis
  • Per una revisione delle misure del Benessere
  • Universita di Bologna
  • Master in City Management
  • Gruppo di studio su riforme istituzionali e fiscalità
  • Rivista di cultura ed economia sull'artigianato e piccola impresa
  • Il portale delle famiglie italiane
  • Studi e richerche sull'economia dell'immigrazione
  • Laboratorio veneto di Economia, sviluppo e lavoro
  • Università Cà Foscari Venezia
  • Ruolo Economico delle Donne