2012 – Per una “Spending Review” che premi la virtuosità

Studio commissionato da Lega Nord

Luglio 2012 – La recente spending review (Dl 95/2012), attualmente all’esame del Parlamento per la conversione in legge, si è resa necessaria per porre un freno alla spesa pubblica e rientrare del debito pubblico, che è cresciuto del 3,2% in soli sei mesi, passando da 1.904 miliardi di euro del novembre 2011 agli attuali 1.966 miliardi (maggio 2012). Un ruolo fondamentale in questo trend di crescita è stato certamente determinato dai continui attacchi speculativi sui titoli pubblici italiani e dal rimbalzo degli interessi sul debito pubblico, ma anche prescindendo da questo ultimo periodo di crescita folle, è doveroso rilevare che il 94% del debito pubblico è in capo alle Amministrazioni centrali, e solo il 6% alle Amministrazioni locali, di cui appena il 2% (circa 40 miliardi di euro) alle Regioni.