2012 – Analisi territoriale della spesa della Regione Veneto

Studio commissionato da Gruppo Consigliare Lega Nord-Veneto

Febbraio 2012 – I nuovi processi di rendicontazione che si stanno affermando nella pubblica amministrazione tendono a superare i limiti del Rendiconto generale, consentendo la produzione di informazioni finalizzate sia all’azione di governo che alla comunicazione istituzionale. In particolare, in questi nuovi processi è da annoverare la rendicontazione che prende in considerazione la “dimensione territoriale” del dato finanziario su base provinciale. In questo contesto, l’elemento territoriale, integrato con altre caratteristiche del dato finanziario, lla natura economica, la tipologia di finanziamento, le categorie dei destinatari, i dati di natura statistica, consente ulteriori sviluppi e approfondimenti in termini informativi. Il processo di rendicontazione legato alla dimensione territoriale rappresenta una modalità innovativa di rappresentazione e di lettura delle scelte dell’azione dell’ente pubblico.

Nel presente documento trova rappresentazione la distribuzione geografica delle spese e delle entrate della Regione del Veneto, e, specificatamente, sono rappresentati i pagamenti regionali effettuati e le entrate riscosse dalla Regione del Veneto nell’esercizio 2011 sul territorio regionale, suddiviso tra le sette provincie venete, prendendo in considerazione solo gli “ambiti d’intervento” richiesti, che risultano avere un grado di rilevazione territoriale di almeno il 90% dei pagamenti regionali.

Il documento è costituito dalle seguenti parti:

a) nel primo capitolo, si rappresentano i pagamenti regionali riferiti complessivamente al Veneto;

b) nel secondo capitolo, si analizzano i pagamenti suddivisi per le sette provincie venete relativi agli “ambiti d’intervento” richiesti che possiedono un grado di rilevazione territoriale del 90%; gli ambiti d’intervento con un grado di rilevazione territoriale minore al 90% sono giudicati poco significativi e, perciò, non rappresentati;

c) nel terzo capitolo, si mettono in relazione i pagamenti regionali con il dato macroeconomico del valore aggiunto per territorio provinciale;

d) nel quarto capitolo, si rappresentano i tributi regionali per territorio provinciale;

e) nel quinto capitolo, si calcola il residuo fiscale (differenza tra entrate fiscali corrisposte alla Regione e spese di natura corrente sostenute dalla Regione stessa nei singoli territori provinciali) per il territorio delle singole provincie.

Partner

  • Partner tecnologico per la gestione di Business Intelligence, gestione globale degli Assets e GIS Analysis
  • Per una revisione delle misure del Benessere
  • Universita di Bologna
  • Master in City Management
  • Gruppo di studio su riforme istituzionali e fiscalità
  • Rivista di cultura ed economia sull'artigianato e piccola impresa
  • Il portale delle famiglie italiane
  • Studi e richerche sull'economia dell'immigrazione
  • Laboratorio veneto di Economia, sviluppo e lavoro
  • Università Cà Foscari Venezia
  • Ruolo Economico delle Donne