2012 – Il bilancio di previsione della Regione Veneto per il 2012

Studio commissionato da Unioncamere e pubblicato nel Bollettino Federalismo e Dintorni

Aprile 2012 – L’anno che le Regioni si apprestano ad affrontare si profila difficile dal punto di vista delle risorse e della capacità di spesa. Oltre agli annosi problemi legati all’iter di un federalismo fiscale non ancora pienamente attuato, il perdurare della crisi economica anche per gli anni 2011 e 2012 ha ulteriormente influenzato i bilanci delle Regioni sia dal lato delle entrate che da quello delle uscite. Il bilancio di previsione 2012 della Regione Veneto prevede per il 2012 un incremento del 3,4% delle entrate tributarie rispetto al bilancio preventivo 2011, le quali dovrebbero attestarsi sui 9.722 milioni di euro circa. A contribuire maggiormente a tale risultato sarà la compartecipazione IVA che, con un incremento di oltre 277 milioni di euro, raggiungerebbe i 5.188 milioni di euro. La variazione riguardante i tributi propri dovrebbe essere minima (+1,6%) e, in termini assoluti, 48 dei 68 milioni di incremento dovrebbero riguardare l’IRAP. Le entrate da trasferimenti correnti risentono della progressiva contrazione dei trasferimenti erariali alle Regioni. Tra il 2011 ed il 2012 il calo delle risorse per questo tipo di entrata dovrebbe essere pari ad oltre 113 milioni di euro (-31,2%).

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Partner

  • Partner tecnologico per la gestione di Business Intelligence, gestione globale degli Assets e GIS Analysis
  • Per una revisione delle misure del Benessere
  • Universita di Bologna
  • Master in City Management
  • Gruppo di studio su riforme istituzionali e fiscalità
  • Rivista di cultura ed economia sull'artigianato e piccola impresa
  • Il portale delle famiglie italiane
  • Studi e richerche sull'economia dell'immigrazione
  • Laboratorio veneto di Economia, sviluppo e lavoro
  • Università Cà Foscari Venezia
  • Ruolo Economico delle Donne