2013 – Emilia Romagna: la mappatura delle risorse sbloccate Comune per Comune

05/08/2013 – Le imprese rischiano di fallire per mancanza di liquidità a causa anche dei crediti maturati nei confronti delle Amministrazioni pubbliche e non ancora riscossi. Un’austerity inasprita dalle manovre finanziarie 2011-2012 i cui effetti sull’economia regionale sono altamente depressivi e, a tratti, paradossali: molti Comuni disponevano della liquidità necessaria per saldare i debiti maturati verso le imprese fornitrici, ma venivano bloccati dalle regole ferree del Patto di stabilità interno. Il recente decreto sui debiti della Pubblica Amministrazione (DL 35/2013) interviene per risolvere, almeno parzialmente questa situazione. Nel 2013, si stima che le Amministrazioni locali dell’Emilia Romagna, effettueranno maggiori pagamenti per effetto del decreto pari ad 1 miliardo e 200 milioni di euro. E’ quanto emerge dal Rapporto di Sintesi che ha effettuato una mappatura delle risorse sbloccate in Emilia Romagna per conto della CNA locale.

Scarica il rapporto

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Partner

  • Partner tecnologico per la gestione di Business Intelligence, gestione globale degli Assets e GIS Analysis
  • Per una revisione delle misure del Benessere
  • Universita di Bologna
  • Master in City Management
  • Gruppo di studio su riforme istituzionali e fiscalità
  • Rivista di cultura ed economia sull'artigianato e piccola impresa
  • Il portale delle famiglie italiane
  • Studi e richerche sull'economia dell'immigrazione
  • Laboratorio veneto di Economia, sviluppo e lavoro
  • Università Cà Foscari Venezia
  • Ruolo Economico delle Donne