1° OSSERVATORIO SULL’IMPRENDITORIA GIOVANILE ARTIGIANA IN ITALIA

Ogni nuova impresa richiede ai suoi fondatori un impegno duro e costante, e comporta una serie lunghissima di rischi e di sfide alla competenza e alle capacità dell’imprenditore. Con questo non si intende tuttavia sostenere che avviare una nuova impresa equivalga a giocare d’azzardo, in un gioco dove le probabilità di vincere sono molto più basse delle probabilità di perdere. E’ vero, la maggior parte delle nuove imprese fallisce nei primissimi anni di vita. Tuttavia se si indaga un po’ più a fondo si scopre come la maggior parte di questi fallimenti sia dovuta all’inadeguatezza del management, alla mancanza di finanziamenti, al fatto che l’azienda mancava completamente di un valido progetto imprenditoriale.